Corsi di Danza

 

DANZA MODERNA PER BAMBINI

L’ insegnamento della danza moderna ai bambini, può certamente contribuire a stimolare  le capacità fisiche  e migliorare la consapevolezza corporea,  mettendo in evidenza le loro potenzialità artistiche e creative tramite l’unicità del loro movimento.
Il corso  si svolge sotto forma di gioco educativo: Movimento, musica, spazio. Con l’introduzione del gioco-movimento, il bambino ha un approccio spontaneo alla Danza.

INSEGNANTE:  Irina Garshenina

ORARI: Lunedì e giovedì dalle 16.45 – 17.45

 

SALSA E MERENGUE

A SALSA:  è nata da un miscuglio di generi musicali quali il Son Cubano, il Merengue Dominicano, la Cumbia Colombiana, la Rumba, il Mambo, il Cha-Cha ed altri ritmi musicali del Caribe. Non si può comunque parlare di Salsa senza riferirsi alle sue radici cioè a Cuba e a “el Son Cubano” genere musicale che nacque nelle campagne della parte orientale di Cuba nella seconda metà del 900. Tale musica è tutt’oggi chiamata “musica guajira” cioè la musica contadina , ed ha influenza Spagnola ed Africana. L’unione di tutti questi generi musicali con la base de “el Son Cubano” hanno generato questo nuovo ritmo musicale chiamato salsa che con le sue varie interpretazioni stilistiche e musicali ha invaso il mondo intero.

MERENGUE: Il termine potrebbe derivare da merenghè, nome di un dolce tipico dominicano, fatto con uova e zucchero oppure da una parola creola, derivata dal francese ‘meringue’ che significa meringa. Per quanto riguarda le sue origini il merengue veniva ballato nell’isola che oggi si chiama Repubblica Dominicana dagli schiavi  africani che, a decorrere dalla metà del 1500, furono portati a lavorare in catene nei campi di canna da zucchero, sotto la dominazione spagnola. Le catene ai piedi non consentivano grandi movimenti; ma non impedirono di inventare il passo del merengue, che consisteva nel trasferire ritmicamente il peso del corpo da un piede all’altro.

INSEGNANTE: Nicola Baldan

ORARI: Lunedì 5 Ottobre dalle 21.15 alle 22.30 serata di Presentazione

TANGO ARGENTINO

E’ una forma d’arte che comprende musica e danza nata a Buenos Aires, Argentina intorno alla seconda metà dell’800.In origine si produsse nei quartieri poveri ed emarginati ed ebbe successo soprattutto nelle case di tolleranza (tango ha la stessa radice semantica di tanghero). Il tango utilizzò per le sue esecuzioni uno strumento popolare, il bandoneon, una sorta di fisarmonica di legno che ha la caratteristica di cambiare la nota a seconda se il mantice viene compresso o invece dilatato.Pur essendo una musica molto sincopata, non utilizza strumenti a percussione ed anche gli altri strumenti utilizzati vengono suonati in modo del tutto particolare per dare forti accenti di battuta e segnature ritmiche. In principio il tango si affermò come musica popolare nel rapido e tumultuoso sviluppo di Buenos Aires, che passò da 210.000 a 1.200.000 abitanti. E’ un ballo basato sull’ improvvisazione, caratterizzato dalla sua eleganza e passionalità. Il passo base del tango è il passo in sè, dove per passo si intende il normale passo di una camminata. Essendo un ballo di improvvisazione in pista non esiste l’idea di sequenze di passi predefinite, e sta alla fantasia dei ballerini costruire come in un dialogo il proprio ballo. La posizione di ballo è un abbraccio frontale asimmetrico in cui l’uomo con la destra cinge la schiena della propria ballerina e con la sinistra le tiene la mano, creando quindi una maggiore distanza tra la spalla sinistra dell’uomo e la destra della donna.Poche regole semplici dettano i limiti dell’improvvisazione: l’uomo guida, la donna segue.Fondamentalmente è l’uomo che chiede con un linguaggio puramente corporeo alla propria ballerina di spostarsi.Per motivi didattici sono state introdotte delle sequenze con passi predefiniti, come la Salida basica – http://tangovivo.tv/

CON I MAESTRI  Nicoletta Pregnolato e Giuseppe Colabello 

ORARI: Venerdì 9  Ottobre dalle 20.00 alle 21.15 Serata di Presentazione del corso Aperto a Tutti

LISCIO E BALLO DA SALA

ele-davide-p-199x300Il Ballo Liscio comprende la Mazurka, il Valzer e la Polka.                 La Mazurka è una danza di coppia con ritmo ternario diffusa in tutta Europa. Nata in Polonia come danza popolare si è diffusa nei ceti medi in Europa dal 1700. Come il Valzer la mazurka è una danza a volteggi con ritmo molto più moderato e movimenti secchi accentuati dal colpo di tacco che accompagna la chiusura di ogni sequenza coreografica. La Polka è un ballo veloce di coppia molto popolare sia tra gli amanti del ballo liscio che tra quelli del ballo folk. Essendo un ballo molto noto ne esistono varie forme popolari e stili.                     Il Ballo da Sala invece  comprende il Valzer Lento, il Tango e il Foxtrot.           Il Valzer Lento è caratterizzato da un incedere scivolato con passi in avanti e indietro con pause e cambi di direzione. Verso la fine del secolo scorso, ballerini di scuola inglese modificarono questo ballo sviluppando le nuove figure su linee diagonali, dando alla musica una cadenza più lenta. Poiché il ballo fu elaborato in Inghilterra, prese il nome di Valzer inglese. Il Valzer inglese è inserito nelle danze standard e rappresenta la versione più lenta e coreografica del Valzer lento ballato nelle sale da ballo.                              Il Tango Europeo discende  dal tango argentino, che venne modificato sia nello stile che nelle coreografie. Furono introdotte le camminate, il ritmo divenne più veloce ed aggressivo e venne introdotta la stilizzazione dello scatto della testa dei ballerini. Il tango europeo inserito nelle danze standard rispetto al ballo da sala è molto più coreografico con figure più elaborate, che richiedono una maggior abilità di esecuzione ed interpretazione da parte dei ballerini.                                                                                                                Il Foxtrot  è una danza di origine americana. Nel 1915 la danza fu presentata ad un gruppo di maestri di ballo Inglesi che modificarono il ballo originale  snellendolo di passi troppo nervosi con movenze esagerate, introducendo nuove figure prese da altri balli. Verso la metà degli anni venti, le innovazioni inserite nel Foxtrot inglese portarono all’elaborazione di altre varianti del Fox: quella “veloce” e quella “lenta”, cioè: Quik-step, Slow-fox.                                                                                                                                                  Si tratta di balli di coppia adatti a qualsiasi tipo di età, inoltre queste discipline fanno parte della tradizione e del folclore Italiano – http://eleonoradavide.com/

INSEGNANTI: Davide Manfrin e Eleonora Taddei

Presentazione del corso martedì 6 Ottobre dalle ore 18 alle 19